Damping perfetto

Post 25 of 93
Damping perfetto

Gli ammortizzatori, così come i pneumatici, misurano con estrema sensibilità il corretto, e sicuro, contatto dell’automobile con la strada.

Componenti fondamentali dell’architettura meccanica dell’automobile, gli ammortizzatori e il sistema delle sospensioni di cui fanno parte, sono impegnati, come i pneumatici, a garantire l’ottimale contatto del mezzo con le ruote e quindi con la strada. La loro corretta manutenzione consente di mantenere le performance e ridurre i rischi di incidenti.

Integrità degli ammortizzatori vuol dire prevenire i rischi. Infatti, la guida con ammortizzatori scarichi è assai pericolosa: aumentano del 26% i tempi di reazione del guidatore; oscillano i fasci di luce con conseguente aumento della possibilità di abbagliare i guidatori al volante di vetture provenienti in senso contrario; aumenta di oltre il 7% l’usura dei pneumatici e perciò si riduce la superficie di contatto dell’autoveicolo e aumenta il rischio di incidenti; aumenta di quasi il 10% il rischio di aquaplaning e cresce anche il rischio di perdita di controllo di un veicolo in curva o in presenza di vento trasversale. Basta che gli ammortizzatori siano scarichi al 50% per incrementare di 2,6 m lo spazio di arresto nelle frenate di emergenza, più che sufficiente per causare un incidente.

Maxlift_Application ammortizzatori

MaxLift, i nuovi ammortizzatori per portelloni

Progettare ammortizzatori come parte integrante di un moderno sistema di sospensioni e trait d’union imprescindibile per il collegamento tra corpo vettura e ruote è dunque un impegno industriale che ha profonde implicazioni sulla sicurezza degli utilizzatori finali di quei componenti, cioè gli automobilisti che a bordo delle loro vetture macinano migliaia di chilometri tutto l’anno, giorno dopo giorno. Uno dei marchi di riferimento del settore è Monroe, parte integrante della multinazionale americana Tenneco Automotive, fatturato di 7,2 miliardi di dollari, 24.000 dipendenti in tutto il mondo, uno dei maggiori progettisti, produttori e distributori globali di ammortizzatori, parti sospensione, sistemi di scarico e catalizzatori, destinati al mercato del primo equipaggiamento e a quello del ricambio.

Le tecnologie elettroniche per l’ammortizzazione che costituiscono il know-how di Tenneco coprono l’intero spettro veicolare, dalle auto alto di gamma alle piccole city car. La mission di queste tecnologie è arrivare a definire prodotti che consentano di raggiungere l’ottimale bilanciamento tra comfort e controllo della dinamica di marcia in ognuna delle applicazioni.
Attualmente, Tenneco vanta tre differenti tecnologie elettroniche espressamente progettate per specifici applicazioni di mercato: Continuously Controlled Electronic Suspension system (Ces), Digital Ride Control Valve Technology (DRiV) e Dual Mode Damper Technology. Sviluppata da Tenneco in collaborazione con Öhlins Racing, Ces è un sistema di sospensione semi-attiva che adegua continuamente il livello degli ammortizzatori a seconda delle condizioni stradali e delle variabili dinamiche del veicolo, tra cui velocità, angolo di sterzo e pressione frenante, garantendo la giusta dose di comfort senza sacrificare la sicurezza di un corretto handling.

Monroe suspension_range

Gamma sospensioni MONROE

Il sistema viene attivato da una centralina che è in grado di sviluppare il pieno potenziale di una valvola elettro-idraulica attraverso la processione di dati inviati da un gruppo di sensori ubicati in punti chiave del veicolo. Ulteriori segnali vengono inviati dalla rete elettronica del veicolo. DRiV deriva dal modello del Continuously Controlled Electronic Suspension system e si rivolge in particolare al segmento B e C del mercato automobilistico. A differenza del Ces non è tuttavia richiesta alcuna centralina elettronica, con conseguente riduzione dei costi. Il sistema comprende una valvola interna, con le componenti elettroniche integrate nell’ammortizzatore. La Dual Mode Damper technology assicura le prestazioni di un ammortizzatore all’avanguardia a costi contenuti. Si dimostra quindi la soluzione perfetta per le auto dei segmenti piccolo e medio. Tramite apposito comando, il guidatore può selezionare tra due impostazioni – comfort o sport – per scegliere il tipo di guida che desidera in quel momento. Alle esigenze dei modelli al top e alto di gamma, comprese supercar e Suv, Tenneco risponde con la Kinetic H2 Ces, un sistema passivo, interconnesso e molto reattivo che assicura una gestione continua della forza ammortizzante. Grazie a questo sistema, il carico verticale sulle gomme è ottimizzato con conseguente evidente miglioramento delle performance e della trazione su strada.

CES-Volvo-horizontal-with-text

Dall’alto della loro esperienza, i tecnici Monroe dicono chiaramente che per prevenire tutti i rischi, gli ammortizzatori dovrebbero essere controllati ogni 20.000 km e sostituiti ogni 75.000. La corretta manutenzione degli ammortizzatori acquista ancor più importanza durante la stagione invernale, dal momento che la guida in presenza di neve o ghiaccio può essere molto pericolosa e la soglia di attenzione al volante deve necessariamente alzarsi. Tutti gli accorgimenti adottati o presenti nella dotazione standard della vettura per affrontare le insidie della stagione fredda – diminuzione della velocità, impiego di gomme da neve, sistemi antibloccaggio Abs, antipattinamento Asr e controllo elettronico della stabilità Esp – possono essere compromessi se il veicolo monta ammortizzatori inefficienti. CES-PQ46Come abbiamo visto, prodotti e strumenti per la corretta manutenzione degli ammortizzatori e dell’intero gruppo sospensioni non mancano: sempre per quanto riguarda Monroe, all’interno del suo portfolio aftermarket il marchio firma un’innovativa linea di prodotto denominata Quick-Strut, un pacchetto completo di montanti con tutti i relativi componenti: ammortizzatore, molla, kit tampone fine corsa e kit parapolvere. Quick-Strut è garanzia di sicurezza e di più facile lavoro per gli installatori. Il concetto è stato sviluppato per le attuali sospensioni MacPherson che rappresentano lo standard sulla gran parte dei veicoli prodotti dalle Case automobilistiche e che includono i componenti di tutto il sistema sospensioni. L’ammortizzatore già assemblato ‘tutto in uno’ Quick-Strut consente agli automobilisti proprietari di veicoli con età compresa tra i cinque e i dieci anni e che prevedono una complessa e lunga procedura di sostituzione degli ammortizzatori invecchiati di sostituire tutta la sospensione del veicolo semplicemente con due pezzi, destro e sinistro. Ideale soluzione quindi per gli autoriparatori alla ricerca di interventi rapidi e che vogliono offrire ai loro clienti un servizio veloce, professionale e sicuro. La sostituzione di un ammortizzatore non è mai un’operazione priva di rischi per un installatore, dal momento che può causare incidenti quando si deve comprimere una molla o a causa di un uso inadeguato di strumenti sofisticati e costosi. Con Monroe Quick-Strut il tempo di sostituzione si riduce notevolmente: la sostituzione di due montanti è almeno tre volte più veloce rispetto al tempo medio necessario per sostituire due sospensioni con i relativi elementi. M201_Maxlift_3DTra l’altro, non sono necessari strumenti speciali per l’installazione del prodotto Monroe e la semplicità nel processo riduce al minimo i rischi di incidenti per gli autoriparatori. E se non basta il nuovo catalogo Monroe 2013 si presenta ancora più ricco e completo con nuove applicazioni. Include oltre 210 nuovi riferimenti per autovetture e veicoli commerciali leggeri, per una copertura aggiuntiva di circa 13,5 milioni di vetture. Inoltre, ci sono 35 nuovi codici Quick-Strut e altri 41 mounting kit e protection kit. Tenneco continua dunque a espandere la propria gamma Monroe di ammortizzatori a controllo elettronico (Ces) che adesso offre una copertura aggiuntiva per modelli Ford, Volkswagen, Volvo e Mercedes-Benz. “I nostri continui investimenti per garantire sempre la migliore copertura del mercato – spiega Christian Claeskens, Tenneco Senior Product Manager, ride control, aftermarket Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) -  restano uno dei principali benefici per chi si affida al marchio Monroe e ciò aiuta i nostri distributori, grossisti e installatori a servire una clientela in costante aumento.

Chi punta su Monroe nel mercato del ricambio può essere certo che avrà la copertura necessaria per aumentare la propria quota di mercato nelle sospensioni”.

di Fabio Basilico

, ,

This article was written by admin

Menu