L’auto che verrà

Post 84 of 93
L’auto che verrà

Si rinnova anche nel 2012 la tradizione di premiare i progetti e le realizzazioni che più di altre potranno influenzare il futuro del comparto automotive, in tutti i suoi aspetti

Per i tecnici, come per le aziende in cui lavorano, Automechanika Innovation Award è un punto di arrivo importante. Infatti è proprio la kermesse di Francoforte il luogo attraverso cui passa il riconoscimento tecnico a sforzi professionali lunghi mesi o anni. Divisi per categorie, i premiati sono stati scelti da una giuria composta da giornalisti, componenti di associazioni e operatori dell’industria. Nove le aree tematiche oggetto della premiazione. Componenti, sistemi, tuning, riparazione/diagnostica, accessori, prodotti e servizi di primo equipaggiamento, stazioni di servizio e autolavaggi, IT & management, riparazione/manutenzione. I premi di Automechanika però, non sono soltanto il momento per festeggiare e riconoscere quali siano stati i migliori nello sforzo di innovare. Gli Award in questo caso, sono la chiave di lettura per leggere dove si stanno concentrando gli sforzi di chi pensa all’auto di domani. Sia in termini di indirizzo generale sia per ciò che riguarda i campi su cui si sta concentrando la ricerca. Dai premi assegnati a Francoforte emergono due tendenze chiare e inequivocabili. Il futuro è elettrico e sempre più sarà oggetto di migliorie in campo informatico. Sia intese a incrementare la qualità, sia per ridurre costi, consumi e impatto ambientale. D’altra parte il mondo dell’auto che verrà è davvero ricco di innovazione e cambiamenti. Prendiamo alcuni esempi che ci sono parsi di particolare interesse, come nel caso del motore elettrico fissato direttamente alle ruote, riducendo in questo modo i pesi e potendo trasmettere a terra una coppia particolarmente elevata grazie a un riduttore cicloidale capace di 500 Nm. Tutto ciò però funziona al meglio perché gestito con un complesso di controllo che leggendo direttamente i dati dalle ruote evita, appunto, differenziali, alberi e conseguentemente riducendo gli sprechi energetici. Elettronica e informatica si ritrovano però in quasi tutti gli altri prodotti premiati che spaziano nei campi applicativi più disparati. Ad esempio il monitoraggio della pressione degli pneumatici, o il sistema senza filo che esegue la diagnostica completa dell’auto dandone tempestiva informazione al guidatore. L’altro aspetto molto presente è legato all’ambiente. Da qui la scelta di premiare sistemi di alimentazione del GPL per auto a iniezione diretta, o la pulitura dei cerchi nei self service con un utilizzo di acqua minimo rispetto a quanto richiesto oggi. Ambiente quindi come scopo finale. Grazie anche all’aiuto dell’elettronica che ogni giorno di più diventa la padrona dell’auto. Una tendenza questa che si esplicita anche grazie alla presenza di grandi industrie che, inutile dirlo, hanno fatto la parte del leone in questi particolarissimi riconoscimenti.

NTN-In-WHELL-MOTORS-SYSTEMNTR-SNR Roulements: NTN in-Wheel Motors System (componenti)

In-Wheel Motor System è un propulsore elettrico compatto e leggero, fissato direttamente (come suggerisce il nome) alle ruote. Tale sistema, progettato e realizzato dalla NTR-SNR Roulements, ha un riduttore di velocità cicloidale che permette di inviare alla ruota valori di coppia molto elevati. Stando al costruttore, infatti, il massimo momento torcente è di 500 Nm. Tra le peculiarità dello In-Wheel figura un cuscinetto di ultima generazione, nonché un complesso di controllo che, tramite sensore, rileva le informazioni direttamente dal motore- ruota. Conseguentemente, non è necessario l’impiego di differenziali e alberi, a tutto vantaggio del contenimento dei pesi.

Delphi France SAS: Delphi Telematik (sistemi)

Si tratta di una tecnologia inerente la comunicazione senza filo, che interagisce con l’automobilista mediante un dispositivo installato a bordo del veicolo. Tra le sue proprietà spiccano la diagnosi generale della vettura, le informazioni sul servizio assistenza (compresi gli appuntamenti per i tagliandi) e la gestione di eventuali incidenti. Quest’ultima funzione è particolarmente richiesta in Nord America, a livello generale, ma sta prendendo piede anche nel Vecchio Continente.

LIQUIMAX-SYSTEM-(AWARD)Prins Autogassystemen BV: Prins Direct LiquiMax System (tuning)

Il Prins Direct LiquiMax System è un avanzato impianto di alimentazione a GPL, bivalente e monovalente, in grado di ridurre le emissioni di CO2 fino al 15% e di particolato fino al 90%. Tale sistema ha ottenuto la prima certificazione mondiale R115 per motori a iniezione diretta; propulsori che sino a qualche anno fa “non andavano troppo d’accordo” con l’alimentazione a gas. Giova ricordare, infine, come questo genere di propulsori sia sempre più in auge grazie ai buoni compromessi ottenibili tra bassi consumi e alto rendimento e, inoltre, abbiano raggiunto la piena affidabilità anche grazie all’avvento di benzine povere di zolfo. In sostanza, con il Direct LiquiMax, la Prins AutogassSystem BV ha aperto un nuovo e proficuo scenario di mercato.

Volkswagen Aktiengesellschaft: Modulo ad alto voltaggio- modulo di misurazione VAS 6558A (riparazione/diagnostica)

Il VAS 6558° è un dispositivo che monitorizza lo stato delle automobili con propulsione elettrica. Particolarmente interessante è la documentazione delle singole fasi di test e i risultati inerenti le misurazioni, integrati nella ricerca di difetti eseguita. Inoltre, non è certo un caso che questo modulo ad alto voltaggio sia realizzato dalla Volkswagen. Il colosso tedesco, infatti, crede molto nei motori elettrici; presto probabilmente ammireremo la “prima Golf con la spina”, mentre Audi dal canto suo ha già dato ottime prove in materia con le concept car e-tron.

Steelmate Co. Ltd: DIY TMPS (accessori)

Il nuovo sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici Steelmate DIY TMPS, contribuisce a rendere sicuri i viaggi in automobile. L’installazione di questo dispositivo dura solo 5 minuti ed avviene tramite il collegamento all’accendisigari. In sintesi, grazie alle misurazioni effettuate dal DIY, è possibile ottenere un minore consumo delle gomme avvantaggiando sia la sicurezza che il risparmio. È doveroso ricordare, infine, come troppo spesso la pressione degli pneumatici venga trascurata. Secondo uno studio compiuto nel 2011 da Bridgestone, infatti, ben il 63% degli automobilisti europei viaggia con gomme a pressione troppo bassa. Forse il sistema DIY aiuterà a scongiurare questo problema.

INNOVATION-AWARDRobert Bosch GmbH: Componenti ibride Bosch per il propulsore Axle Split (prodotti e servizi di primo equipaggiamento)

Tramite la collaborazione con il Gruppo PSA, che integra i Marchi Peugeot e Citroen, Bosch ha realizzato il primo modulo ibrido per motori diesel, con l’obiettivo di ridurre il consumo di carburante in modo significativo (25% circa). Denominato Axle Split Strong Hybrid System, questo layout è una combinazione di propulsore a scoppio che agisce sull’asse anteriore e di azionamento elettrico sull’asse posteriore. In tale modo non solo viene ottimizzato il consumo del propulsore termico, ma si crea anche una trazione integrale “intelligente”. In altre parole, si è fatto a meno dei differenziali, comuni a molti sistemi 4×4 tradizionali, che comporterebbero maggior peso. Infine, secondo la politica del contenimento dei costi industriali imprescindibile per il Gruppo francese, l’Axle Split è integrabile facilmente con le architetture di propulsione esistenti.

Alfred Karcher GmbH & Co. KG: Programma complementare Karcher per la pulitura di cerchioni per centri self-service (stazioni di servizio e autolavaggi)

Il programma complementare Karcher per la pulitura di cerchi conduce l’automobilista in modo sistematico, facile ed efficiente attraverso le varie fasi del lavaggio, poiché l’applicazione avviene tramite una lancia ad alta pressione. Il rendimento è alto, in quanto si consumano appena 400 ml/min. della soluzione composta da acqua e detergente. Da notare che il pulitore alcalino di cerchi non presenta acido nitrilotriacetico (alla lunga potrebbe rovinarli) e rimuove lo sporco delicatamente. Karcher, lo ricordiamo, rappresenta un punto di riferimento mondiale nel settore del car wash.

ApplicoData GmbH: Il mio autosalone ed io (IT & management)

Si tratta di un’app innovativa, mirata a favorire e potenziare il dialogo tra l’ automobilista e il suo dealer. In sostanza vi è un collegamento diretto dell’app stessa al DMS dell’autosalone, con la possibilità di informare il cliente su promozioni in atto, eventuali richiami ufficiali della casa costruttrice, oppure semplici scadenze riguardanti i tagliandi, citando gli esempi più eloquenti.

AUTOMECHANIKA-INNOVATION-AWARDHunter Engineering Company: Sistema di controllo vibrazioni RFT GSP9700 (riparazione/manutenzione)

RFT GSP9700 è una macchina equilibratrice per le ruote con integrato un rullo pressore. Quest’ultimo sottopone la ruota alla simulazione di rotolamento su strada prima di effettuarne il bilanciamento. Il rullo pressore verifica la forza radiale e laterale della ruota, che finora erano misurabili unicamente con macchine industriali. Il risultato è un’equilibratura perfetta, senza dover ricorrere a macchinari troppo complessi per questo genere di lavoro.

, , ,

This article was written by admin

Menu