Peugeot Partner Tepee Sulla strada senza sosta

Post 46 of 93

Un veicolo multifunzione in grado di svolgere funzioni di trasporto merci e persone con la medesima disinvoltura. Comodo, ben fatto, silenzioso, ha consumi contenuti.

2012-peugeot-partner-tepee-02Che sia stretta parente di un veicolo commerciale non è un segreto e neppure una novità. In ogni caso però, la Peugeot PartnerTepee è una vera e propria sorpresa. Positiva. Infatti, pur mantenendo intatte tutte le qualità tipiche del veicolo commerciale per quanto concerne robustezza, praticità e spazio di carico, la PartnerTepee è a tutti gli effetti anche una vettura brillante, comoda, rifinita e piacevole da guidare. Insomma, il connubio ottimale fra svago e lavoro. Dal lunedì al venerdì, ideale per trasportare di tutto e il week end, perfetta per caricare famiglia e animali domestici e godersi un po’ di distrazione dalla routine quotidiana.
La prima bella sensazione è che non ci si cala al volante e quando si sale (letteralmente) a bordo, non si deve fare i conti con il montante anteriore inclinato eccessivamente all’indietro, o con spazi angusti. Sembra cosa banale, ma non lo è.
Una volta seduti, la sensazione di sazio è ancora più evidente. Trovata con facilità (anche grazie alle molte regolazioni di sterzo e sedile) la seduta più comoda non resta che accendere e partire. Il cambio del PartnerTepee è del tipo sequenziale ed è governato tramite un pomello sul cruscotto che lascia in questo modo libero, tutto lo spazio che di solito è occupato dalla leva del cambio. Fissiamo sulla posizione di gestione automatica del cambio e partiamo.
La prima sensazione è di essere a bordo di un’auto piuttosto silenziosa, che si muove con facilità negli stretti spazi che portano da parcheggio alla strada.
Una volta immersi nel traffico prenatalizio di Milano, abbiamo modo di apprezzare l’agilità della Partner. Sopratutto per la brillantezza che l’insieme motore (diesel 1,6 da 90 Cv) e cambio (robotizzato a 6 rapporti), con aggiunta di paddle al volante, mettono a disposizione di chi guida. Al semaforo rosso, basta tenere il piede sul freno e il motore si spegne e, nel momento in cui si torna a accelerare, l’auto è già accesa.
peugeot-expert-tepee-2A proposito di tecnologia

Il sistema di start&stop però, non è realizzato, come di solito, con l’adozione di una batteria più grossa e un motorino di avviamento rinforzato.
Qui si è adottata una tecnologia sviluppata in PSA che rende il tutto più robusto e duraturo, oltre che confortevole. Motorino di avviamento e batteria restano quelli di serie, mentre il sistema di Start&Stop è gestito separatamente, con un alternatore reversibile, in grado cioè di ruotare nei due sensi di marcia, cui è affidato il compito di riavviare il motore. Ma non solo: al posto della seconda batteria, tipica di questi sistemi, è stato posizionato un diodo che ha il compito di accumulare e rilasciare l’energia necessaria all’alternatore per muovere il motore. Ma non solo: il motore infatti, grazie a questo sistema, può essere spento anche prima che il veicolo sia fermo, contribuendo a risparmiare ulteriormente gasolio e abbassare le emissioni.
Lo scatto da fermo e la riaccensione avvengono senza il minimo disturbo per i passeggeri, tanto che, cosa davvero strana per questa tipologia di prodotto, siamo invogliati a guidarla in maniera sbarazzina se non addirittura sportiveggiante.

peugept-partner-tepeeOn the road

Decidiamo di provarla su un percorso più lungo e autostradale, dove eventuali limiti del motore o del comfort, verrebbero subito evidenziati. A 130 all’ora, il motore gira a 2800 giri in sesta e l’unico rumore, viene dal fruscio dell’aria che deve vedersela con una superficie frontale non proprio da utilitaria.
L’impianto di climatizzazione bi-zona e le ampie bocchette posteriori,governabili direttamente da chi è seduto sui tre sedili ripiegabili della seconda fila, garantiscono a ciascuno il clima preferito.
Un impianto audio di qualità e il navigatore di bordo, completano il piacere di viaggiare sulla Partner Tepee. Inoltre, vani aperti e chiusi di ogni genere, permettono quasi di dimenticare tutte le cose che si sono messe in auto prima di partire. La tenuta di strada è soprattutto sicura.
Comunque non mette mai in difficoltà chi guida, come del resto la frenata, che è pronta e ben modulabile.
Il consumo verificato, usando questa Peugeot Partner Tepee con una andatura non proprio da economy run e divertendosi non poco, anche grazie al buon cambio robotizzato, è stato costantemente sopra i 14 chilometri con un litro di gasolio. Probabilmente con un minimo di attenzione i  16/18 km al litro sono alla portata di chiunque.

, ,

This article was written by admin

Menu